Le opportunità per le aziende che vogliono investire in tecnologie

Abbiamo raccolto per voi alcune agevolazioni di cui potreste usufruire, tuttavia non siamo consulenti fiscali per cui vi invitiamo a informarvi presso chi di competenza.

Credito d'Imposta Beni Strumentali

Al fine di favorire i processi di transizione digitale delle imprese, la spesa privata in ricerca e sviluppo e in innovazione tecnologica, anche nell’ambito dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale, la Legge di Bilancio 2020 ridefinisce la disciplina degli incentivi fiscali previsti dal Piano Nazionale Imprese 4.0 (Iperammortamento e Superammortamento). 
 
Beneficiari: Possono accedere al credito d’imposta tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione e dal regime fiscale di determinazione del reddito. Esclusivamente per i beni materiali strumentali diversi da quelli degli Allegati A e B (Ex Super-ammortamento), sono ammissibili alle stesse condizioni e agli stessi limiti anche gli investimenti effettuati dagli esercenti arti e professioni.
Rivolgetevi al vostro fiscalista per ogni ulteriore approfondimento.

Nuova Sabatini

La misura Voucher per consulenza in innovazione è l’intervento che, in coerenza con il Piano nazionale “Impresa 4.0”, sostiene i processi di trasformazione tecnologica e viene introdotta una riserva, pari al 20% dello stanziamento, finalizzata alla concessione di finanziamenti alle imprese per l’acquisto di impianti, macchinari e attrezzature finalizzati alla realizzazione di investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.
 
Beneficiari: Lo strumento è dedicato alle micro, piccole e medie imprese (MPMI), operanti in tutti i settori produttivi, per l’acquisto o l’acquisizione, nel caso di operazioni di leasing finanziario, di macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché in hardware, software e tecnologie digitali, classificabili nell’attivo dello stato patrimoniale alle voci B.II.2, B.II.3 e B.II.4 dell’art. 2424 c.c., destinati a strutture produttive già esistenti o da impiantare, ovunque localizzate nel territorio nazionale.
Rivolgetevi al vostro fiscalista per ogni ulteriore approfondimento.

Credito d'Imposta Nuova Formazione

Sono ammissibili al credito d’imposta le attività di formazione finalizzate all’acquisizione o al consolidamentoda parte del personale dipendente dell’impresa, delle competenze nelle tecnologie rilevanti per la realizzazione del processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese previsto dal «Piano nazionale Impresa 4.0». Per personale dipendente si intende il personale titolare di un rapporto di lavoro subordinato, anche a tempo determinato.
 
Beneficiari: Possono accedere al credito d’imposta tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, ivi incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dall’attività economica esercitata. Gli enti non commerciali che esercitano attività commerciali possono accedere al credito d’imposta in relazione al personale dipendente impiegato anche non esclusivamente in tali attività.
Rivolgetevi al vostro fiscalista per ogni ulteriore approfondimento.

Credito d'Imposta R&S

Dal 31 dicembre si può usufruire di uno sconto fiscale sotto forma di credito di imposta per investimenti in: ricerca e sviluppo, transizione ecologica, innovazione tecnologica 4.0 e altre attività innovative (design e ideazione estetica).

 
Sono considerate attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d’imposta le attività di: ricerca fondamentale, ricerca industriale, sviluppo sperimentale in campo scientifico e tecnologico.

Le attività di innovazione tecnologica ammissibili al credito d’imposta sono quelle attività, finalizzate alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sostanzialmente migliorati. In particolare si intende un bene materiale o immateriale che si differenzia da quelli già realizzati, per caratteristiche tecnologiche o per prestazioni o per ecocompatibilità o per ergonomia o per altri elementi.

Beneficiari: tutte le imprese residenti nel territorio dello Statoincluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti che effettuano investimenti in attività di Ricerca e Sviluppo, attività di innovazione tecnologica e altre attività innovative ( design e ideazione estetica) per il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 Dicembre 2019.
Dal 31 dicembre si può usufruire di uno sconto fiscale sotto forma di credito di imposta per investimenti in: ricerca e sviluppo, transizione ecologica, innovazione tecnologica 4.0 e altre attività innovative (design e ideazione estetica). Sono considerate attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d’imposta le attività di: ricerca fondamentale, ricerca industriale, sviluppo sperimentale in campo scientifico e tecnologico. Le attività di innovazione tecnologica ammissibili al credito d’imposta sono quelle attività, finalizzate alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sostanzialmente migliorati. In particolare si intende un bene materiale o immateriale che si differenzia da quelli già realizzati, per caratteristiche tecnologiche o per prestazioni o per ecocompatibilità o per ergonomia o per altri elementi. Beneficiari: tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti che effettuano investimenti in attività di Ricerca e Sviluppo, attività di innovazione tecnologica e altre attività innovative ( design e ideazione estetica) per il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 Dicembre 2019.
Rivolgetevi al vostro fiscalista per ogni ulteriore approfondimento.