Digital Transformation

Learning Organizations: non si smette mai di imparare

learning organizations

Una delle caratteristiche che rendono le aziende resilienti e capaci di muoversi agevolmente nei nuovi contesti di business è quella di essere “learning organizations”, letteralmente “organizzazioni che imparano”.

Una learning organization è un’organizzazione che incoraggia l’apprendimento, promuovendo lo scambio di informazioni tra le persone e creando una forza lavoro sempre più consapevole. Agire in questo modo permette di avere un’organizzazione flessibile dove i lavoratori saranno più portati ad accettare nuove idee, cambiamenti e richieste di adattamento, proprio perché condivideranno una vision comune.

Diventare una learning organization richiede, quindi, un cambiamento nella cultura aziendale per essere in grado di rispondere velocemente anche ai cambiamenti imprevedibili.

La tecnologia a supporto delle learning organizations​

Premessa la centralità della cultura aziendale e dell’approccio organizzativo, esistono validi ausili tecnologici al percorso delle aziende verso il modello della Learning Organization.

Peter Senge, scienziato dei sistemi e docente senior presso la MIT Sloan School of Management e fondatore della Society for Organizational Learning, teorizza cinque caratteristiche delle Learning Organizations:

  1. Cultura dell’apprendimento collaborativo (Pensiero sistemico) 
  2. Mentalità di “apprendimento continuo” (Padronanza Personale) 
  3. Apertura all’innovazione (Modelli Mentali)
  4. Leadership orientata al futuro (Visione Condivisa) 
  5. Condivisione delle conoscenze (Team Learning) 

Vediamo nei prossimi paragrafi quali strumenti l’IT aziendale può offrire per supportare ad accelerare al massimo lo sviluppo di queste caratteristiche.

microsoft 365

Strumenti di collaborations​

Le Learning Organization di successo sono supportate da una cultura dell’apprendimento collaborativo, in cui ogni persona gioca un ruolo determinante, e che al tempo stesso genera un’intelligenza collettiva che supera la somma di quella dei singoli. Di vitale importanza l’aspetto della condivisione della conoscenza.

La piattaforma Microsoft Office 365 è pienamente orientata alla collaboration aziendale e offre a tal proposito una serie di strumenti e funzionalità che consentono ad ognuno, oltre alla gestione collaborativa di specifici progetti, anche di confrontarsi con i propri colleghi su temi più ampi, legati ad esempio all’innovazione e alla gestione di particolari aree tematiche.

Attraverso Microsoft Teams è possibile non solo organizzare meeting online, che è la funzionalità più conosciuta di questo applicativo, ma anche creare dei team di progetto o tematici, trasversali ai normali reparti aziendali, dove viene messa a disposizione del team un’area dove archiviare file, una bacheca per postare osservazioni e commenti, un calendario condiviso e molte altre funzionalità aggiuntive. Tra queste ricordiamo la possibilità di creare delle wiki, uno strumento fondamentale per “immagazzinare” la conoscenza in modo strutturato e metterla a disposizione di tutti.

Meno conosciuto, ma di estrema efficacia per creare coinvolgimento, Microsoft Yammer è un social network aziendale, che permette a persone della stessa organizzazione di comunicare ed interagire tra loro in modo aperto e trasparente, sviluppando relazioni collaborative, condividendo best practice, favorendo lo sviluppo e la circolazione di nuove idee. Tramite Yammer è possibile coinvolgere e impegnare tutte le persone dell’organizzazione e creare una community coesa, che condivide argomenti, interessi e competenze comuni: favorendo la circolazione e condivisione di conoscenze, idee, feedback, contributi tra colleghi, Yammer da un lato rende disponibili a tutti le conoscenze collettive dell’organizzazione; dall’altro aiuta sia i singoli che l’azienda a migliorare i propri risultati e a stabilire o a rafforzare le relazioni sia sul piano professionale che personale.

Tutto l’ecosistema di Microsoft Office 365 prevede la ricerca full-text: digitando una o più keywords di proprio interesse, il sistema propone tutti gli elementi che riportano tali parole chiave, comprendendo qualsiasi informazione all’interno di qualsiasi applicativo della piattaforma, personalizzando i risultati in base ai permessi di accesso di chi effettua la ricerca.

e learning

Sistemi di E-Learning​

Complementare agli strumenti di collaboration, l’e-learning è uno strumento essenziale che un’azienda orientata all’apprendimento deve sfruttare per poter acquisire, creare e trasmettere la conoscenza.

Un sistema di e-learning (o LMS, che sta per Learning Management System), come ad esempio Moodle, non è un semplice contenitore di corsi on-line, ma comprende anche una serie di strumenti di gestione e di analisi che permettono di capire meglio come imparano i diversi membri del team aziendale, siano essi manager o abbiano un ruolo più operativo. I report sulla formazione, i test periodici, le simulazioni, l’adaptive learning sono tutti strumenti messi a disposizione dell’azienda per analizzare i dati sull’apprendimento e adattare il contenuto alle esigenze del personale.

Il sistema di e-learning permette una gestione agile della formazione, eliminando tutte le complessità dell’organizzazione di corsi in presenza. La disponibilità del sistema via Internet facilita la partecipazione di tutti i membri di un team, ovunque siano e in qualunque momento, incoraggiando al tempo stesso processi di crescita continuativa e personalizzata lungo tutta la carriera professionale dei collaboratori.

In conclusione​

Certamente non basta dotarsi degli strumenti informatici descritti in questo articolo per diventare una Learning Organization, ma altrettanto certamente tali strumenti costituiscono un supporto operativo e strategico di fondamentale importanza, tanto da costituire una parte integrante del percorso stesso.

È di estrema importanza ricordare che alla base di questo processo è necessaria una leadership in grado di trainare il cambiamento. La cultura alla base di un assetto di questo genere non si improvvisa e non capita per caso. Richiede la ferma volontà del top management ed il supporto di consulenti qualificati, che dovranno guidare tutta l’azienda alla creazione del corretto ecosistema organizzativo.

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Giulio Golinelli

Direttore Operativo
Mi occupo di trasformazione digitale, supportando il business con soluzioni innovative e personalizzate. Credo nel valore delle persone e nel lavoro di squadra, e cerco sempre di creare un clima positivo e stimolante.
Condividi l'articolo

Ti potrebbero interessare

Benvenuti nel nuovo format di Integra: Integra Voices! Conosciamo meglio il team di Integra iniziando da Fabrizio Candini, project manager. [...]
Ti piacerebbe gestire la sostenibilità e il capitale sociale? Il 29 febbraio si terrà il il webinar di Integra e Punto3 [...]
Integra è orgogliosa di annunciare che è sponsor della Fortitudo Academy: la sezione giovanile di Fortitudo Pallacanestro Bologna [...]
Integra nel 2023 ha vissuto un anno di crescita e collaborazioni solide e professionali. Nel 2024 è pronta a continuare il suo percorso. [...]